Quello che devi sapere se stai per portare i bambini al mare!

Quello che devi sapere se stai per portare i bambini al mare!

Quello che devi sapere se stai per portare i bambini al mare!

12/07/2017 12:07 0 Commenti

In estate i bimbi sono più soggetti ai danni del sole rispetto agli adulti. La pelle delicata dei bambini, infatti, li rende più a rischio di scottature, infezioni e ustioni. Qui trovi i nostri consigli per proteggere i tuoi bimbi dal sole:

 L'arrivo dell'estate è uno dei momenti più attesi dai bambini, poiché sinonimo di mare, spiaggia, giochi e divertimento. Il sole ha numerosi effetti benefici sui più piccoli , ad esempio stimola la produzione di vitamina D (fondamentale per lo sviluppo delle ossa), stimola il metabolismo e contribuisce a rafforzare il sistema immunitario, preparandolo al rigido inverno. Per trarre i massimi benefici dal sole e dal mare è importante minimizzare i rischi, idratando e proteggendo la pelle dei bambini, naturalmente più sensibile e delicata di quella degli adulti. Le precauzioni cambiano a seconda dell'età; ad esempio, sotto l'anno d'età, i bimbi andrebbero tenuti sempre in una zona d'ombra e ventilata, evitando le ore più calde. È quindi sconsigliata l'esposizione diretta tra le 11.00 e le 17.00, va sempre fatto indossare un cappellino o una bandana e bisogna fare attenzione all'umidità serale tipica delle zone balneari.

Proteggersi dai raggi UV è una responsabilità anche per gli adulti, per evitare scottature, ustioni, macchie e tumori della pelle, ma con i bambini è una questione di massima importanza. La pelle dei bimbi è, infatti, molto sottile e la produzione di melanina non è ancora sufficiente a proteggerla. 


Protezioni solari: La protezione comincia con i filtri solari! 

Per i bimbi fino a 6 mesi d'età l'uso di creme solari andrebbe limitato, per la possibilità di reazioni allergiche; dopodiché, accertato che non vi siano allergie o dermatiti, si possono adoperare protezioni solari per bambini, preferibilmente in formato latte o crema, più indicati per la pelle secca. Fino ai 6 anni è consigliabile utilizzare una protezione altissima (equivalente a +50) per tutto il periodo di vacanza, mentre dopo i 6 o 7 anni si può passare ad una protezione alta (+30). La crema va applicata ogni due ore circa, perché l'efficacia protettiva diminuisce con il trascorrere del tempo, e va spalmata sulla pelle asciutta e non bagnata. 


Consigli pratici:


  • Prima di utilizzare un nuovo prodotto, è consigliabile testare la tolleranza su una piccola zona di pelle, come il gomito o il ginocchio.
  • La crema solare deve contenere filtri sia per raggi Uva che Uvb e va applicata anche quando la pelle è già abbronzata, non solo al mare o in piscina: la pelle va protetta, infatti, tutte le volte che il bambino è all'aria aperta, ad esempio per fare attività fisica. 
  • Dopo una giornata al mare, è buona norma applicare un doposole per idratare e dare sollievo alla pelle, a base di sostanze naturali e non aggressive.
  • Anche i capelli vanno protetti: i capelli dei piccoli sono spesso sottili e fragili. Per questo va applicato un prodotto, come l'olio di mandorle, sulle lunghezze dei capelli per mantenerli sani e proteggerli dal vento, dalla salsedine e dal cloro.
  • Per il pranzo dei tuoi piccoli scegli alimenti antiossidanti e ricchi di sali minerali, come le carote, i pomodori, gli spinaci, le albicocche, la frutta secca e, in generale, tutta la frutta e la verdura di stagione. È importante farli bere molto e spesso, per evitare il rischio di disidratazione. 

Farmacia Colangelo ti suggerisce i migliori prodotti per la protezione dei tuoi bimbi, evitando, così, scottature e arrossamenti e proteggendo la pelle sensibile dei bambini: prodotti per la protezione dei bimbi


0 Commenti
Lascia un Commento

Assicurati di inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*)

Nome
E-Mail*
Messaggio*