Attenzione agli sbalzi termici, aria condizionata e primi freddi!

Attenzione agli sbalzi termici, aria condizionata e primi freddi!

Attenzione agli sbalzi termici, aria condizionata e primi freddi!

04/08/2017 10:08 0 Commenti

L’aria condizionata è un’irresistibile tentazione quando fa caldo e c’è umidità, ma il cambiamento termico tra i vari ambienti non fa bene alla nostra salute. Scopri di più nel nostro blog:


Ormai senza accorgercene siamo sottoposti tutto l’anno ad un grande fattore di rischio per la nostra salute: gli sbalzi termici, che sembrano innocui ma sono fonte di numerosi malesseri quali raffreddore, raucedine, faringite, tonsillite, tosse, influenza, torcicollo, mal di testa, vertigini, senso di intontimento e irritazioni agli occhi.

A volte siamo vittime di sbalzi termici a causa di bruschi cambiamenti climatici, come l’arrivo dei primi freddi, ma più spesso ne siamo colpiti a causa dell’uso sconsiderato che si fa nei luoghi pubblici e nelle abitazioni di aria condizionata e riscaldamento.

Il nostro organismo ha un meccanismo di termoregolazione, che cerca di mantenere sempre costante a 37° la temperatura corporea ma, se gli sbalzi di temperatura cui viene sottoposto diventano bruschi e continui, fa fatica ad adattarsi, dato che coinvolge diversi apparati vitali (sistema cardiocircolatorio, polmonare, nervoso e ormonale).

A far ammalare non è, dunque, il caldo o il freddo, ma i repentini sbalzi di temperatura cui l’organismo viene sottoposto e le principali conseguenze negative sono a carico dell’apparato respiratorio (raffreddori e faringiti). Le prime ad esserne colpite sono le persone con minori difese, come bambini, anziani e soggetti affetti da gravi patologie.

Per evitare l’insorgere di problemi fisici dovuti agli sbalzi termici, l’ideale può essere utilizzare il cosiddetto “abbigliamento cipolla“, ossia vestirsi a “strati” da poter aggiungere o togliere in base alla temperatura del luogo in cui ci si trova. Negli ambienti in cui si soggiorna maggiormente (casa e lavoro) bisognerebbe poi creare un microclima ideale, in cui mantenere l’umidità intorno al 40-50% e la temperatura fra i 19 e i 22°C.

Negli appartamenti a riscaldamento centralizzato, per evitare temperature eccessivamente alte, è bene far installare delle termovalvole sui radiatori, con cui poter regolare il grado di calore.

Infine, per contrastare efficacemente i continui sbalzi di temperatura è sempre bene adottare un’alimentazione sana e bilanciata, ricca di sali minerali, vitamine e bere molti liquidi (almeno 2 litri di acqua al giorno). E se, malauguratamente, doveste essere colti da qualche malanno a causa degli sbalzi termici, da Farmacia Colangelo potrete trovare i migliori rimedi per affrontarlo! 

0 Commenti
Lascia un Commento

Assicurati di inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*)

Nome
E-Mail*
Messaggio*